La Gazzella dello Sport2015/2016
(Maschile)
Calcio a 5

Europei Castiglione 2016

Archivio news 13/07/2016

Appiano - Euro 2016 - Recap 3° Giornata

Spagna vs Italia, Olanda vs Portogallo: ecco le semifinaliste!


                                            

GIRONE A - Una Spagna senza remore travolge il mal capitato Liechtenstein e ipoteca il primo posto nel girone. I giallofluo di Carbone (2) applicano un impressionante dominio tecnico-tattico al match e lasciano ai canarini avversari laa sola consolazione della rete del neo acquisto Di Bari, autore di un positivissimo Europeo. Nelle fila iberiche, solita prestazione deluxe per il duo Taino-Caldirola, capaci di piegare al proprio volere il ritmo partita. Nell'8 a 1 finale c'è gloria anche per Costagrande che arrotonda il risultato con un numero dei suoi.
Tanta delusione per la Città del Vaticana, che dopo un Europeo giocato a testa alta contro ogni avversario, deve abbandonare il sogno semifinale nel vis a vis con l'Olanda dei fratelli Schifino - 2 reti in due. Gli azzurrini si affidano ai soliti sospetti Giaffreda (2) e Busato (1) per colpire Leone e applicare un asfissiante pressing capace di limitare la manovra dei Paesi Bassi. A risolvere l'incontro per i blues ospiti ci pensa Demaestri, bravo a scardinare di potenza la retroguardia avversaria e a superare il pur ottimo Copetti.

                                             

GIRONE B - Croazia con la fame di chi vuole diventare grande, Belgio con l'approccio di chi ha già la mente al mare. Distratta la formazione fiamminga che si siede sugli allori del 4 a 2 del primo tempo e viene recuperata e superata da una Croazia che inscena una seconda frazione pressoché perfetta, pressando a tutto campo e trovando in Pisanti il terminale offensivo ideale, l'uomo capace di mettere a segno 6 reti che sanno di record europeo. Piran (3) e Pini (2) tengono in piedi la banda rossonera ma la sferzata di Iacobone manda ko gli avversari e in visibilio i croati che incassano col sorriso l'ininfluente marcatura di Galli.
Nonostante la vittoria, tuttavia, niente semifinale per i ragazzi di Zagabria; l'Italia della famiglia Rossi, infatti, mostra il carattere, ribalta il pronostico e sconfigge la certezza Portogallo. Ai lusitani non basta il solito Bonacina (2) per oliare una manovra apparsa più compassata del solito e Di Noto (2) affonda senza pudore nella difesa avversaria. I fratelli rossi paiono i gemelli Derrick, mettendo a soqquadro le gerarchie in campo e superando per due volte un incolpevole Pellegrini. Auricchio mette l'autografo finale alla partita e regala all'Italia un'insperata qualificazione.