La Gazzella dello Sport2017/2018
(Maschile)
Calcio a 5

PINETINA - Lega B

Archivio news 14/02/2018

Lunedì-Show

Impiantecna e Birra Real danno spettacolo contro Classe di Ferro e Camelot

di Marco Colombo

 

CLASSE DI FERRO vs BIRRA REAL 2-8

CLASSE DI FERRO: Il gol-lampo di Bandera (rete più veloce nella storia della CdF) resta l'unica nota positiva di una serata davver complicata per i colori ferrigni. La monovra dei padroni di casa appare lenta e compassata, asfissiata dall'agonismo ospite e demineralizzata da una giornata non positiva per il metronomo Corti. Clerici resta così eccessivamente isolato sul fronte offensivo e i reparti si scollano esponendo Apostoli e Rebosio a sprint non proprio affini alle loro rocciose caratteristiche. Vendola dalla panchina non regala strappi e anche Ruggerone ruggisce appena. "Serata complicata, dobbiamo invertire la rotta" sussura Mura a fine gara.

QUI LE INTERVISTE POST PARTITA.

BIRRA REAL: La banda Rubino non arresta il passo, continuando a stupire e a moltiplicare le proprie quotazioni. Trascinati da un eclatante Marin, i tigrati appianesi azzanano un match iniziato con la doccia fredda offerta dai padroni di casa ma terminato con il ben più lieto bagno nello champagne. Forte di meccanismi difensivi perfezionati dall'attento Carbonelli e di una liturgia d'impostazione celebrata dal vate Andriano, la compagine in maglia blues regala a Martinazzo una serata da libera uscita e addolcita dalla doppietta dello sgusciante Pisanti. La ciliegina sulla torta la mette, infine, Granato, protagonista di una stagione da applausi.

                                           


FC CAMELOT vs FC IMPIANTECNA 3-8

FC CAMELOT: Ancora una volta alle prese con le ormai croniche assenze, ai ragazzi di Gligora resta lo smacco di non aver neppure potuto provare a giocarsi una gara impegnativa, certo, ma non del tutto proibitiva. privi di un portiere di ruolo, tuttavia, i padroni di casa sono costretti a schierare tra i pali il pur sorprendente Del Zio, ammirevole nel sacrificarsi in un ruolo non suo pur di scagionare Morano e lasciando così a lui facoltà di inventare sulla trequarti. La mancanza d'equilibrio, tuttavia, risulta fatale e le pur ammirevoli combinazioni targate Oddo-Holguin sbilanciano eccessivamente un quintetto che espone Mattiazzo alla costante inferiorità numerica.

QUI LE INTERVISTE POST PARTITA.

FC IMPIANTECNA: Qualche assenza di troppo anche per gli orange di Rossi che sembra però non badarci troppo. La duttilità di un Citati ormai perfettamente a suo agio con i guantoni calzati, infatti, offre ad Alvari l'opportunità di delegare a Spada i compiti difensivi e di dedicarsi all'innesto di quella bomba a orologeria che reca il nome di Mangione. L'esile esterno ospite divora la fascia dimostrando comunque una più che discreta lucidità sottorete; ma le vette più altre della gara sono raggiunte dal #17  in combinata con El Buitre Battafarano, la cui belligeranza realizzativa sta scuotendo con una certa insistenza le fondamenta del torneo appianese.