La Gazzella dello Sport2018/2019
(Maschile)
Calcio a 7

Lozza League

Archivio news 15/12/2018

Lozza League - Recap 7° Giornata

Tutte le gare del settimo turno lozzese

Old School Daverio vs La Trave 5-6
Ma quanto è forte Russo (4)? Il gioiello biancoverde è una pera di adrenalina per i ragazzi di Ferrara, che ribaltano i pronostici e beffano i favoritissimi Belli e Bossi. La prestazione monstre dello scolaro Bisco (3) si inabissa, infatti, nei minuti finali, quando ad accendersi il sigaro e a festeggiare i tre punti è El Niño Battaini.

Giardini di Malto vs Hertha Vernello 5-4
I fratelli Bossi (2+1) non bastano per uscire dal buco nero in cui la formazione ospite pare essere sprofondata. Ruggiero alimenta la manovra, ma contro le folate di Aquilino e Cannito c'è ben poco da fare. Oltre al solido apporto di Schembri, la causa maltese trova poi l'apporto di Langella e Lascano. E non c'è più niente da fare.

FC Supersantos vs 7 Hops 4-4
Bernacchi e Cicerale illustrano il terzo principio della dinamica. Due forze uguali e contrarie si scontrano nel big match di gioranta e Riga e Guarnotta se ne tornano a casa con un punto per parte. Bene per i supersantini Gallazzi e Valenti. Sugli scudi dei luppolini, invece, campeggiano i nomi di Di Clemente e Salmoiraghi.

Ultimi calci vs New Mks 4-4
Risultato che fa scopa con quello precedente. A siglarlo questa volta sono Specchiulli (2) e Mattiuz (2), che ipnotizzano la dea Nike e firmano una pace che sta bene a entrambi. Fortunato e Rompini, Ambrosino e De Marco. Scegliete voi la vostra coppia, per noi sono solo lacrime e applausi.

Charlatans vs Malnate 3.0 5-7
Il tandem Scaturano-Shciavon (due reti ciascuno) ci prova, ma il binomio D'Angheo-Camerotto funziona semplicemente troppo bene. Sei timbri in due e maxi-gioia per Caldera che si mette in valigia altri tre punti. Nonostante il ko Spoti vede dei brillanti sul fondo del pozzo: "Stiamo crescendo, vi stupiremo".

Agurese vs The Bridge 3-6
La sconfitta non appesantisce i cuori aguresini. Dipasquantonio e Valletta, infatti, abbandonano il campo consci di aver dato tutto. Nello spogliatoio avversario, i festeggiamenti coinvolgono tutti, da Corrao a Giannini, passando per le 4B Bavosa-Bomba-Bonetti-Bonomo. E al padrone di casa D'Addetta non resta che applaudire gli avversari.